Project Description

Sostegno alla comunità kaingagng di Inhacorà

Dal 2007, CESES è attivo in Brasile, nella regione di Rio Grande Do Sul, per il progetto di valorizzazione della cultura Kaingang di Inhacorà, in partnership con il governo di Rio Grande e con il cofinanziamento della Regione Lombardia. In cinque anni di lavoro, CESES ha permesso il recupero del patrimonio culturale indigeno e la valorizzazione della cultura in lingua Kaingang. Attraverso l’istituzione di un moderno centro culturale e professionale per la formazione dei giovani e degli adulti, sono state avviate cooperative per la produzione di manufatti artigianali.

I Kaingang, un’antica comunità indios, “uomini partoriti direttamente dal ventre della terra”, oggi lottano per conciliare le proprie radici con il mondo del progresso. Questa comunità vive il disagio che accomuna le popolazioni indigene in diversi paesi del mondo: sono minoranze, con un’identità ricchissima e un’antica cultura spirituale, che si ritrovano confinate in terre ai margini, afflitte da una profonda povertà, da un elevato tasso di disoccupazione e di abbandono scolastico, spesso incapaci di affrontare i mali della civiltà più “avanzata”, tra cui la diffusione di droghe e l’alcoolismo.

Attraverso la formazione professionale il progetto fornisce ai giovani, agli uomini e alle donne Kaingang, gli strumenti per dare un valore socio economico alle proprie attività e alla propria tradizione; attraverso la scuola e l’istruzione, ai bambini e alle bambine Kaingang vengono offerti i mezzi per poter scegliere ciò che desiderano essere, nel recupero della tradizione e nel desiderio di fare parte integrante della società del progresso.

Il progetto ha interessato l’intera comunità: la comunità indigena è composta da 970 persone (302 bambini). Altri 20.000 Kaingang appartenenti alle altre comunità sul territorio brasiliano beneficeranno dell’attività di diffusione e promozione dei materiali prodotti. L’intervento punta a ridurre del 50% l’abbandono scolastico di Inhacorà, ad incrementare del 100% i corsi di formazione professionale ed ottenere così l’aumento in valore assoluto del reddito derivante dal commercio di prodotti artigianali nella regione.

Parallelamente, sia in Brasile che in Lombardia, vengono realizzate iniziative di sensibilizzazione al progetto e di promozione della conoscenza della cultura Kaingang, perché le minoranze indigene possano diventare una realtà sociale riconosciuta oltre la realtà locale, accelerando il processo di inclusione e valorizzazione.

CULTURA E LAVORO CON IL POPOLO KAINGANG IN RIO GRANDE DO SUL

Grazie all’impegno di CESES e della Fondazione San Zeno nello stato di rio grande do Sul in Brasile sono state realizzate due case prefabbricate per l’attivazione di 2 laboratori (centri di formazione professionale) per la produzione di artigianato locale, sono state costituite 3 cooperative per la produzione e vendita di artigianato indigeno.
Il prossimo progetto ha come obiettivo la creazione di 6 cooperative di giovani kaingang nel settore dell’allevamento delle api “Jataì” e della coltivazione delle piante medicinali autoctone. L’ape Tetragonisca angustula conosciuta in Brasile come Jataì è una specie autoctona senza pungiglione. La propagazione delle loro colonie contribuisce alla preservazione della biodiversità e il loro miele è considerato medicinale, prodotto in bassa quantità, è utilizzato come rimedio tradizionalmente per tosse, glaucoma e cataratta e anche ritenuto favorire la fertilità umana.

100_4938
263
270
277
bambina
bimbo2
Brasile mag 011 017
Brasile mag 011 021
Brasile mag 011 035
Brasile mag 011 048
Brasile mag 011 050
Brasile mag 011 051
Brasile mag 011 054
Brasile mag 011 056
IMG_0088
IMG_0093
IMG_0143